Momasophy Manifesto

Le Dame Scapigliate

Moma amore che occhioni. Moma tesoro che ciglia lunghissime. Moma mi hai incantato con i tuoi grandi occhi.

Ecco per tutta la vita la grandezza dei miei occhi e la lunghezza delle ciglia mi ha caratterizzata. Grandi e scuri che non tradiscono affatto le mie origini del sud: siciliana e pugliese in un solo corpo e in un unico cuore. Bambina irrequieta ed energica.

Non mi sono mai sentita completamente “terrena”. Ho sempre avuto la sensazione di essere una privilegiata per la capacità di andare altrove. Vedere sempre cose bellissime e immaginarmele vere. L’innata attitudine a guardare oltre, immaginando cosa ci fosse per cercarlo o per costruirmelo, mi ha reso una donna forte e ribelle.

Fin da bambina, sparivo nel mio mondo di fantasia e con le mie matite colorate sui miei quaderni disegnavo e riempivo pagine e pagine di bambole Ciascuna di loro con un nome. Ho creato favole intere con le mie nobildonne e le loro acconciature. Affascinanti e misteriose. Tutti sapevano che il mio lavoro avrebbe avuto a che fare in qualche modo con la moda.

Dopo la laurea in filosofia e il master in relazioni pubbliche è cominciato così il mio viaggio. Da esperta in pubbliche relazioni e comunicazione a creatrice e ideatrice del mio piccolo brand. Un esperimento o forse solo un gioco. Sicuramente amore puro. Nasce così MOMASOPHY – la filosofia di Moma – il mondo secondo me. Un progetto di Moma Pr, nella quale è stato concepito, cresciuto, desiderato. MOMASOPHY è il piccolo bozzolo, la mia comfort zone, che fa interamente parte del mio lavoro di comunicatrice.

Dentro ci sono io. Come negli occhi di ciascuno si trova la sua vera anima così in MOMASOPHY c’è il mio mondo fantastico di fanciulla. Le favole e i ricordi che ancora mi porto dietro e che mi fanno guardare il mondo con una prospettiva disincantata, quella di una bimba che vede colori e cose belle dappertutto.

Descrive così le sue dame scapigliate Monia Zarba, founder di Momasophy. Un esperimento tra comunicazione, moda e scarabocchi infantili rimasti troppo tempo solo nella memoria. Mimì e Cocò. La Bionda e la Rossa. Lo charme e la ribellione. I due opposti che non potrebbero senz’altro fare a meno l’uno dell’altro.

La prima comunicazione avviene proprio attraverso gli occhi. Sono loro che ci parlano per primi e che ci fanno capire tante cose perché gli occhi non tradiscono mai.

Attraverso loro vorrei che anche gli altri vedessero quello che vedo io.

La mia bambina MOMASOHY non è altro che un magico intruglio di sogni e fiabe, impastato di materia, grazie alla quale finalmente l’ho tenuta tra le mie mani.

“Quando conoscerò la tua anima, dipingerò i tuoi occhi”

Amedeo Modigliani.

Monia Zarba

Per info e acquisti: momasophy@momapr.it  –  +39 349 780 9878